Aggiornamenti importanti per SEO, WooCommerce e altri plugin

Nel mese di febbraio gli aggiornamenti si sono concentrati per lo più su WooCommerce e sulle sue estensioni. Con l’ultima versione del plugin che gestisce i negozi online, infatti, sono stati aggiornati anche molti dei software utilizzati per aggiungere funzionalità.

Come sempre, si tratta di un lavoro delicato ma molto importante, che svolgiamo in due atti: prima verifichiamo il funzionamento ottimale dei programmi in un ambiente di test, in seguito procediamo all’installazione sulla piattaforma Langhe.net.

In questo modo possiamo prevenire eventuali errori causati da conflitti tra i diversi plugin utilizzati e manteniamo un alto livello di sicurezza sull’intero sistema.

Yoast SEO 6.3.0

E’ il plugin utilizzato per migliorare il posizionamento del vostro sito nei risultati di ricerca su internet.

Dopo le importanti novità introdotte nella versione precedente (che potete leggere nel nostro precedente articolo) l’ultima release ha per lo più corretto i bug precedenti, come quello che impediva di impostore il SEO per l’estensione di WooCommerce, oppure l’errore che limitava l’autogenerazione della meta descrizione a 160 caratteri, invece dei 320 ora permessi.

Tra le novità, è stato aggiunto un importatore di dati, alcuni link interni alla documentazione e delle nuove spiegazioni sulle tab di impostazione.

WooCommerce 3.3.3

Come anticipato, la versione 3.3.3 ha portato con sé l’aggiornamento di numerose estensioni:

  • Bulk Edit 4.3, utilizzato per modificare i dati di un gran quantitativo di prodotti con la stessa azione,
  • Dynamic Pricing 3.1.5, per creare prezzi dedicati a particolari tipologie di clienti, come i grossisti,
  • EU Vat Number 2.3.6, che permette lo scorporo automatico dell’IVA in base al Paese d’acquisto,
  • Product CSV Import Suite 1.10.17, per importare/esportare i dati relativi al negozio,
  • Table Rate Shipping 3.0.7, che permette di impostare diverse tariffe di spedizione a seconda delle zone di spedizione.

Oltre la correzione di bug ed errori presenti nelle versioni precedenti, vogliamo segnalare che gli sviluppatori di Dynamic Pricing hanno aggiunto la possibilità di usare la tassonomia personalizzata per impostare uno sconto specifico, mentre Table Rate Shipping ha risolto il problema con la virgola, utilizzata come separatore decimale nelle tariffe di spedizione, che però non veniva considerata dalla versione precedente.

Per quanto riguarda WooCommerce, invece, è stato risolto il problema sulla ricerca dei prodotti da backend tramite sku e sono stati aggiornati i link alla documentazione nella sezione delle impostazioni dedicata alle spese di spedizione.

Inoltre, gli sviluppatori hanno migliorato il sistema di ridimensionamento delle immagini e hanno presentato un nuovo aspetto per la pagina della gestione degli ordini.

ExportFeed 3.1.8.3

Riportiamo qui anche l’aggiornamento di ExportFeed, il plugin per la creazione dei feed per i negozi terzi che vogliono includere nel loro catalogo i vostri prodotti.

Tra le novità della versione 3.1.8.3 c’è l’aggiunta di una dashboard dedicata agli utenti che utilizzano per la prima volta il software e potrebbero avere bisogno di una piccola guida introduttiva per utilizzarlo al meglio.

WPML 3.9.3 e WCML 4.2.9

Parliamo ora dei plugin che permettono di parlare le lingue straniere ai vostri siti web.

Nonostante il lavoro sembri concentrarsi su due soli software, l’aggiornamento comporta il controllo di 5 plugin diversi, tutti indispensabili l’uno al funzionamento dell’altro.

Le ultime release hanno implementato le opzioni per i temi multilingua, risolto alcuni errori tra cui quello che causato da una recente rimozione di una funzione di Divi ed eliminato il bug che impediva la copia automatica del contenuti dei campi personalizzati.

Tra le nuove funzionalità sono state aggiunte due azioni che permettono la sincronizzazione dei campi personalizzati e la modalità di traduzione degli stessi.

Infine la novità più importante: in caso manchi la traduzione di determinati contenuti, è ora possibile mostrare la lingua originale anche nella versione tradotta di un sito.

Ad esempio, se avete un negozio di vini ma non tutti i prodotti sono tradotti, potete scegliere di mostrare le schede italiane anche nella versione inglese del sito.

 

Enfold 4.2.3

Nel mese di febbraio abbiamo anche installato l’ultima versione di Enfold, il tema attualmente usato su Langhe.net e su alcuni dei vostri siti web.

La 4.2.3 ha portato con sé una nuova versione del file CSS, le correzioni sugli errori di spelling presenti in alcune lingue (tra cui l’italiano) e la risoluzione dei bug relativi ad alcuni shortcode utilizzati.

Inoltre, è stato risolto un fastidioso problema sulla riproduzione dei contenuti audio e video che si presentava esclusivamente su alcuni browser.

Gli sviluppatori hanno poi apportato delle modifiche al file di configurazione di Gravity Forms, aggiunto nuove opzioni di stile e colore e incluso un nuovo Google Font tra le impostazioni del tema.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *