4 modi per rendere produttivo il sito della tua azienda

Ah! il sito!

Tutti sanno che ormai è “obbligatorio” averlo.

Tantissimi lo reputano semplicemente un costo.

E pochi, troppo pochi, sanno invece che può essere uno strumento per far crescere il proprio volume d’affari.

Di solito, chi lo reputa un costo, è lo stesso che chiede “il sito vetrina”. Un sito fermo, statico, non interattivo.

Questo era il sito che facevano i grandi marchi una decina di anni fa. Il sito istituzionale e monolitico. Ma oggi anche i big hanno preso una strada diversa. E non solo la Coca Cola. Anche i le grandi firme del lusso, come Jaguar, Ray-Ban e Ferrari.

Come mai? Perché se una volta semplicemente su internet “bastava esserci” per avere un vantaggio competitivo sui propri concorrenti, oggi questo non funziona più.

Se ci si accosta al web con la stessa mentalità di una decade fa, il sito allora diventa un costo che si è obbligati a sostenere, come il riscaldamento o l’impresa di pulizie, ma che non porta nessun vero vantaggio al proprio business.

Ma al contrario, il sito può diventare una cosa che non solo si ripaga da sola, ma che anzi diventa una voce in attivo sul bilancio della tua azienda.

Vediamo quindi quali sono le quattro cose più importante che il sito può fare per te.

#1 – Vendita Diretta

icon_31355

Il tuo sito è il luogo ideale per chiudere affari.

Nell’ultimo anno, l’eCommerce ha generato in Italia un giro di affari di 13 miliardi di euro (+17%, dati del consorzio NetComm), mentre se guardiamo al mercato europeo complessivo le proiezioni sono di 93 miliardi (mentre gli Stati Uniti hanno generato un volume di 71 miliardi di dollari solo nell’ultimo trimestre).

E’ una grande opportunità per tutte le medio-piccole aziende, soprattutto che si stanno affacciando sul mercato globale e che hanno difficoltà (o non hanno i mezzi), per mettere in piedi una rete di vendita internazionale.

#2 – Generazione Contatti

icon_31355

Vendi un prodotto troppo complesso, o con un processo di vendita molto lungo? Oppure vendi servizi? Anche se non puoi fare vendita diretta, il sito web rimane una delle migliori piattaforme per la generazione di contatti (lead generation).

Perché?

  1. Perché non hai limiti di spazio e di tempo per comunicare il tuo messaggio
  2. Perché sei tu a condurre il visitatore all’interno del tuo processo di vendita
  3. Perché puoi farlo quando il visitatore è disposto, anzi interessato, ad ascoltarti
  4. Perché i costi sono ridotti
  5. Perché è possibile rendere il processo di vendita scalabile e ripetibile

Il terzo punto è essenziale: a differenza del marketing tradizionale, come la cartellonistica, o la pubblicità sul giornale, quando “parli” con un utente che sta visitando il tuo sito sei sicuro che proprio in quel momento lui è interessato alla tua offerta e a quello che gli stai dicendo.

Quando qualcuno vede un cartello mentre sta guidando è molto probabile che stia pensando a fatti propri.

#3 – Fidelizzare il Cliente

icon_31355

Sapevi che acquisire un nuovo cliente costa sette volte di più che non generare fatturato da un cliente esistente? Purtroppo però, molte aziende non hanno un sistema e un processo per fidelizzare e lavorare sui clienti acquisiti.

Grazie al web, è possibile mettere in piedi questo processo a costi ridotti, e sopratutto è possibile automatizzarlo (almeno in parte).

Grazie al tuo sito tu puoi

  • dare ai tuoi clienti novità riguardo alla tua azienda, ai tuoi prodotti e ai tuoi servizi
  • dare ai tuoi clienti un facile punto di contatto
  • dare ai tuoi clienti una formazione sul corretto utilizzo dei tuoi prodotti e servizi
  • fare delle offerte speciali dedicate esclusivamente a loro

Se inoltre stai mettendo in atto quanto consigliato al punto #2 o al #1, puoi automatizzare il processo di collezione e archiviazione delle anagrafiche dei tuoi clienti, e facilitare il modo in cui entri in regolarmente in contatto con loro.

#4 – Raccontare la tua azienda

icon_31355

Più un servizio o un prodotto sono costosi o complessi, più informazioni deve avere il consumatore per poter decidere se usufruirne: ha bisogno di sapere che il prodotto su cui sta per spendere i propri guadagni sia unico, perfetto, ritagliato sulle sue necessità.

Sul web sei tu che gestisci questa comunicazione, senza limiti di tempo, o di spazio: praticamente giochi in casa.

Se sei una cantina, hai la possibilità di raccontare l’unicità del tuo vino, il lavoro che si nasconde dietro ogni bottiglia, le scelte fatte in vigna e in cantina, fattori tutti che contribuiscono a rendere il tuo un prodotto unico.

Se sei un ristoratore hai la possibilità di raccontare il modo in cui scegli le materie prime, o il motivo per cui i tuoi piatti sono così particolari, mentre se sei  albergatore, puoi raccontare le bellezze che il territorio in cui i tuoi possibili avventori vorrebbero venire a soggiornare.

Qualsiasi sia la professioni che fai e il prodotto che vendi, sicuramente lo farai in modo originale e diverso da ogni altro: la storia della tua azienda, la tua storia personale, gli errori fatti e gli obiettivi raggiunti sono le cose che rendono unica la tua offerta.

Questo è quello che vuole sapere il consumatore, e se tu sarai in grado di dargli queste informazioni lui potrà finalmente rispondere alla domanda “perché devo scegliere te invece che il tuo concorrente?”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *