Incontri B2B agroalimentari in Irlanda

Organizzati da Federation of Italian Business in Ireland Ltd.- FIBI

Dublino 18 dicembre 2012

Lo scopo del progetto è quello di aprire uno sbocco in un mercato molto interessante per il wine & food come quello irlandese.

Nell’ultimo anno le importazioni di prodotti agroalimentari sono cresciute del 9% con un fatturato totale del settore di circa 13miliardi di euro e sono ancora in crescita.

L’agroalimentare made in italy è considerato di ottimo livello in generale e pieno di eccellenze per la tradizione millenaria e soprattutto la varietà di prodotti che si possono trovare di regione in regione cosa che manca in un isola non molto grande come l’Irlanda.

Il Progetto della FIBI

Il progetto B2B della FIBI è strutturato sulla massima concretezza per ottenere come risultato immediato lo sviluppo di accordi commerciali con importatori e l’inserimento dei prodotti sul mercato irlandese.

Si parte con un’azione iniziale di selezione degli importatori in Irlanda in base alle tipologie di prodotti offerti dalle aziende partecipanti e alle specifiche richieste di prodotti che arrivano alla FIBI.

Successivamente viene strutturata una giornata interamente dedicata ( dalle 10:00 alle 18:00) agli incontri B2B tra i rappresentanti delle aziende partecipanti ed i buyer selezionati al fine di avviare i primi accordi commerciali. L’azienda viene assistita dal personale della FIBI durante in tutto il processo degli incontri e, su richiesta specifica, nella fase di follow-up dei contatti realizzati in Irlanda

Gli operatori che parteciperanno agli incontri diretti rientrano nelle seguenti categorie: Manager di Ristoranti, Chef, Floor Manager, Distributori Specializzati, Titolari di negozi gourmet, Wine shop, Delicatessen shop, Catene di supermercati, Scuole di cucina.

Dopo gli incontri ci sarà la presentazione e degustazione mirata dei prodotti dell’azienda agli importatori irlandesi e l’avvio dei primi rapporti commerciali.

Buyer partecipanti n. 60-70. N. 5-6 GDO, rimanenti (n. 60-65) operatori HORECA e/o distributori ad essi orientati.

Posti disponibili: n.  15  10 6 aziende

Leggi com’è andato l’incontro

 

Budget di spesa per le aziende partecipanti

Quota associativa annuale alla Federation of Italian Business in Ireland, per il primo anno: € 300,00

Organizzazione incontri B2B con importatori e distributori selezionati: € 500,00

TOTALE  € 800,00 (Operazione non soggetta ad IVA ai sensi dell’art.7ter DPR 633/72)

A carico delle aziende partecipanti ci saranno, in caso di partecipazione diretta, l’organizzazione del viaggio e del soggiorno e dei trasferimenti in loco per il proprio personale impegnato nei B2B.

Le aziende partecipanti si faranno inoltre carico della fornitura dei campioni di prodotto per le attività di degustazione con gli importatori e in caso di invio di prodotti alcolici, del pagamento delle eventuali spese di sdoganamento.

Data di svolgimento: 18 Dicembre 2012

Termine Adesioni: 8 Dicembre 2012

Luogo di svolgimento: Dublino, presso le strutture della Italian School of Cooking a Kylemore (Dublin 12), Old Naas Road – Unit C4 City Link Business Park.

Arrivo campioni di prodotto in Irlanda: entro il 12 dicembre 2012

La Comunicazione

La FIBI cura ogni aspetto della comunicazione in tutte le fasi dell’evento sia on-line che off-line.

L’azienda partecipante agli incontri BtoB della FIBI viene inserita in tutti i comunicati stampa, foto, video, recensioni, articoli su riviste specializzate, wine&food blog, comunicazione sui principali social network.

Inoltre dopo l’evento le aziende partecipanti riceveranno un report con le foto, nominativi dei buyer presenti e rassegna stampa.

La raccolta completa delle foto del precedente BtoB è visionabile all’indirizzo a questo link.

Esempio di Comunicato Stampa relativo agli incontri BtoB del 25.10.2012

Roma 26 ott. – Le eccellenze agroalimentari italiane conquistano i buyer irlandesi grazie alla FIBI.

A Dublino un’intera giornata dedicata allo sviluppo di accordi commerciali per esportare il Made in Italy in Irlanda.

Successo per il food & beverage italiano al BtoB organizzato dalla FIBI il 25 ottobre a Dublino: l’evento ha confermato l’amore degli irlandesi per l’Italia e i suoi prodotti agroalimentari. La formula vincente e’ stata quella del BtoB: incontri diretti tra rappresentanti di aziende italiane e buyer irlandesi che hanno cosi’ l’opportunita’ di conoscere l’azienda, di testare i prodotti, di apprezzarne la qualita’ e avviare da subito i primi accordi commerciali per portare i prodotti italiani sulle tavole degli irlandesi.

L’evento ha visto la partecipazione di 15 aziende agroalimentari da varie regioni d’Italia – Sardegna, Emilia Romagna, Campania, Lazio, Piemonte, Molise, Puglia, Liguria – ognuna con prodotti unici rappresentantivi della tradizione e cultura regionale e oltre 60 buyer tra importatori specializzati, distributori, titolari di negozi off-licence, gourmet store, ristoratori, catene di supermercati.

La FIBI (Federation of Italian Business in Ireland) e’ una struttura di collegamento tra l’Italia e l’Irlanda che raggruppa nel suo network, tra gli altri, operatori del settore enogastronomico con lo scopo di favorire gli sbocchi commerciali delle imprese produttrici italiane ed assisterle nel processo di introduzione sul mercato irlandese.

Galleria fotografica

Alcune fotografie dell’incontro  25 ottobre 2012

4 commenti
    • Angelo Cassinelli
      Angelo Cassinelli dice:

      Gentile Sig. Andrea,
      innanzitutto grazie per averci contattati. In merito al suo messaggio confermo che può sottoscrivere la sua partecipazione al workshop direttamente da questa pagina. Qualora invece voglia ulteriori info, con messaggio a parte le ho privatamente inviato i miei recapiti per un contatto diretto.
      Grazie ancora e cordialità e saluti.
      Angelo Cassinelli

      Rispondi
    • Angelo Cassinelli
      Angelo Cassinelli dice:

      Gentile Franco,
      mille grazie per averci contattati. Tuttavia, in merito alla sua richiesta, mi spiace doverle comunicare che l’incontro a cui si riferisce si è svolto il 18 dicembre 2012.
      Grazie ancora e cordialità e saluti.
      Angelo Cassinelli

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.