Casi di successo – Cascina Gramolere

Oggi vogliamo raccontarvi l’esperienza di Claudio Pressenda, titolare di Azienda Agricola Cascina Gramolere in Monforte d’Alba, e di come ha organizzato il proprio sito aziendale finalizzato allo sviluppo del canale di vendita diretta, sia off-line (in azienda) sia on-line.

Allora Claudio, raccontaci come tutto ha avuto inizio.

A ridosso delle vacanze 2012, riflettendo sul fatto che la nostra azienda è in una posizione decisamente decentrata rispetto ai luoghi più frequentati dagli enoturisti (al riguardo dell’importanza economica del movimento del turismo del vino consulta anche quest’articolo n.d.r.)  e quindi un po’ svantaggiata per lo sviluppo del nostro canale di vendita diretta, mi sono chiesto se il nostro sito internet non potesse aiutarci a superare questo nostro problema.

Dalla discussione avviata in proposito con il vostro staff, è nata l’idea di utilizzare il sito sia per descrivere il tipo di accoglienza da noi riservata agli enoturisti, sia per dare loro l’opportunità di prenotare direttamente dal sito la visita alla nostra cantina.

Con quali obiettivi?

Due obiettivi principali, oltre ovviamente all’incremento delle vendite dirette in azienda:

  1. lavorare in modo pianificato in modo da organizzare al meglio l’accoglienza dei visitatori, senza interferire troppo con le nostre attività principali in vigna ed in cantina
  2. entrare in possesso, in modo assolutamente naturale e spontaneo, dei recapiti dei visitatori, utili poi per successivi contatti.

Concretamente cosa avete fatto?

Intanto abbiamo progettato, realizzato e successivamente revisionato, sia le pagine di descrizione, in italiano ed inglese, dell’accoglienza da noi praticata sia del modulo di prenotazione.

Al riguardo occorre precisare che c’è stata molto d’aiuto la funzione di monitoraggio dell’indice di rendimento del modulo di prenotazione (ovvero il rapporto fra le visite al modulo e il numero di moduli compilati NdR), in quanto ci ha consentito di migliorare, mediante la  periodica revisione, l’efficacia comunicativa delle pagine di presentazione.

Il periodico processo di revisione dei contenuti della pagina (testi ed immagini) ci ha portati da un’indice di rendimento iniziale di 0,4% all’attuale 0,8% e contiamo di miglioralo ancora abbiamo infatti l’obiettivo di arrivare al 3%.

In ultimo abbiamo sostenuto il traffico alle pagine di presentazione delle visite e dei relativi moduli, mediante una campagna pay per click su google con un budget si spesa di qualche euro al giorno.

Con quali risultati?

Ad un anno dall’avvio del processo abbiamo registrato circa 100 prenotazioni per complessive circa 600 presenze.

Chi sono stati i vostri ospiti?

Per oltre il 95% Italiani, aspetto ci ha un po’ sorpresi perché, anche a causa della crisi che sembrerebbe aver frenato il turismo degli italiani, ci saremmo aspettati di più dagli stranieri.

Va però anche osservato al riguardo che, il grosso della campagna pay per click, è stato speso per gli utenti in lingua italiana.

 E… il fatturato?

Per ovvie ragioni di privacy, permettimi di rispondere in questo modo alla domanda: top secret!

Posso tuttavia affermare che il 99% delle visite si sono concluse con delle vendite. Ciò, unito alla circostanza che si tratta di vendite che comunque non avremmo fatto, ci rende moderatamente soddisfatti.

Che impegno aggiuntivo in termini di lavoro ha comportato per te?

A parte le attività di accoglienza non è stato, per me, un impegno particolarmente gravoso in quanto tutte le attività di revisione dei contenuti del sito, monitoraggio del traffico e dei rendimenti, gestione campagna pay per click, eccetera, sono state svolte da voi.

Io mi sono limitato a partecipare a qualche incontro periodico con il vostro staff per la valutazione dei risultati e pianificazione delle azioni correttive conseguenti.

Prospettive per il futuro?

Visti i risultati abbiamo deciso di continuare a promuovere le visite in azienda mediante la campagna pay per click anche per il prossimo anno, che, a parità di condizioni attuali (stesso budget di spesa giornaliera, stessi rendimenti, ecc.), dovrebbe, nei prossimi 12 mesi, incrementare i flussi del 30-40%.

Poco che lavoriamo al miglioramento dei rendimenti possiamo tranquillamente sperare di aumentarli del 50%.

Si aggiunga a ciò la circostanza che, nel frattempo, abbiamo implementato e stiamo implementando una lista di clienti (che hanno provato i nostri prodotti e che ci hanno personalmente conosciuti) sulla quale svolgiamo attività di marketing e vendita del nostro negozio on-line mediante l’invio di una news letter periodica (mensile).

Link

Ultime versioni:

  1. della pagina del sito di presentazione dell’accoglienza, col modulo di prenotazione, nella versione italiana ed inglese
  2. della landing-page utilizzata per la campagna pay per click sia nella versione inglese sia in quella italiana

Contatto

Se sei interessato ad approfondire gli argomenti qui trattati, compila il seguente modulo ti ricontatteremo nel più breve tempo possibile

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *