Gli aggiornamenti di maggio 2017

Il mese di maggio è stato davvero impegnativo dal punto di vista degli aggiornamenti: molti i temi e i plugin aggiornati, tra cui WooCommerce 3.0 del quale abbiamo parlato in questo articolo.

Come sempre, tenere la piattaforma aggiornata allo stato dell’arte è fondamentale per garantire la sicurezza e mantenere la compatibilità con l’ecosistema web.

Oggi, invece, vedremo le novità arrivate sul resto della piattaforma.

Enfold 4.0.6

Si tratta di un tema utilizzato da alcuni nostri clienti e su langhe.net. L’ultima release include una nuova versione dei file di stile, la compatibilità con WooCommerce 3.0, l’aggiornamento di alcuni file linguistici e del layerslider.

Inoltre, gli sviluppatori hanno conseguito un miglioramento per quanto riguarda il SEO dell’intestazione dei siti e hanno risolto diversi problemi, tra cui quello relativo al datapicker delle caselle vuote nei moduli di contatto e con le classi di Mail Chimp, il noto software per la gestione e invio delle newsletter.

Striking Multiflex 1.2.8.6

L’ultima versione di Striking, il tema più diffuso sulla piattaforma, vede nuovi script per gli elementi media e l’aggiornamento del plugin Revolution Slider.

Per quanto riguarda la compatibilità con WooCommerce 3.0 sono stati aggiunti nuovi template e introdotte impostazioni specifiche per l’hard crop delle immagini da utilizzare nella galleria del prodotto.

Canvas 5.11.4

Veniamo ora all’ultimo tema. Gli sviluppatori di Canvas apportano modifiche per garantire la compatibilità con WooCommerce 3.0, in particolare per la nuova galleria prodotti. 

Inoltre, risolvono il problema che si aveva con gli shortcode di WooCommerce utilizzati dentro gli shortcode del tema stesso.

Word Press Multilingual 3.7.1

Passiamo ora ai plugin, iniziando da quello che gestisce i contenuti multilingua dei nostri siti web.

In generale è stata migliorata la stabilità e la compatibilità del software con i temi e i plugin di Word Press, risolvendo anche i problemi che si erano riscontrati nelle versioni precedenti con i widget di Visual Composer.

Inoltre, gli sviluppatori hanno aggiunto il supporto per il formato degli articoli negli archivi delle lingue, cambiato il formato della notifica email in HTML e spostato la sincronizzazione della tassonomia di WooCommerce sotto WPML.

Rimanendo in tema di tassonomia, è stata aggiunta una nuova funzionalità: l’auto generazione degli slug quando si traducono i termini della tassonomia.

Gravity Forms 2.2.3

Si tratta del plugin che permette la creazione e gestione dei moduli di contatto e prenotazione.

L’ultimo aggiornamento modifica il formato di default delle e-mail che adesso è in HTML, risolve il problema che continuava a mostrare la notifica di aggiornamento per chi già possedeva l’ultima versione e apporta miglioramenti in fatto di sicurezza per la trasmissione dei dati.

Per i moduli che includono le opzioni di pagamento è stato aggiunto il supporto per la Mastercard.

Monster Insight 6.1.9

Nell’ultima release gli sviluppatori si sono occupati di assicurare la compatibilità del software con WordPress 4.8 beta.

Inoltre, hanno risolto il bug presente nella pagina di importazione/esportazione delle impostazioni. Infine, clienti pro vedranno finalmente l’elenco completo degli add-on disponibili.

Yoast SEO 4.8.0

Yoast SEO (Search Engine Optimization) è il plugin che si occupa dell’analisi e ottimizzazione del vostro sito sui motori di ricerca.

L’ultima versione risolve il bug che impediva all’analisi di funzionare su Internet Explorer, aggiunge delle nuove parole in italiano e introduce un nuovo controllo nell’analisi del testo per l’individuazione di link interni.

Events Manager 5.7.2

Ecco giunti all’ultimo dei plugin aggiornati, Events Manager, ovvero il software che permette la creazione e gestione degli eventi sui vostri siti web.

La versione rilasciata per lo più apporta risoluzione di problemi. Nello specifico, gli sviluppatori hanno risolto i conflitti con altri plugin, aggiustato i CSS dei form di ricerca e aggiornato la libreria di google maps in modo da renderla più stabile.

Altre modifiche incluse nella release riguardano i link a Google Calendar che non includevano l’indirizzo completo dell’evento e l’aggiunta della funzione di importazione/esportazione delle impostazioni.

Per ultimo, sono stati introdotti alcuni miglioramenti per gli eventi ricorrenti, come la possibilità di duplicare i template e modificare dei dati senza interferire sulle ricorrenze precedenti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *